Diabete e Alimentazione

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI DELLA LIQUIRIZIA

Area storica di produzione e consumo:
In Italia la liquirizia trova localizzazione quasi esclusivamente nella Regione Calabria dove si concentra circa l’80% della produzione nazionale, principalmente proviene dalla zona costiera della Calabria e dall’area pedemontana che costeggia lungo il suo corso: L’area di maggiore trasformazione della “Liquirizia di Calabria DOP” è situata nei comuni di Castrovillari e Corigliano.

Legame col territorio: La liquirizia pianta originaria dell’area mediterranea, cresce in modo spontaneo lungo il litorale calabrese, dove natura del suolo e clima contribuiscono a determinare il contenuto di glycyrrhizina.
Esistono diverse varietà ma la più apprezzata è la Glabra.
Le radici (da cui si estrae il “succo o estratto”) di questa pianta, sono lunghe e penetranti, infestanti e concimanti come tutte le leguminose.

Nel mondo esistono anche altre piante che producono i seguenti tipi di liquirizia :

1- Astragalus glycyphyllum in Europa

2- Glycyrrhizia Epidota negli Stati Uniti

3- Hedysarum Mackenzii in Canada

Da sempre la liquirizia ha costituito per la Calabria una potenziale ricchezza, ma soltanto con l’intervento del Duca di Corigliano, che impiantò la prima fabbrica del genere (1715), agli albori dell’industrializzazione, essa divenne una fonte reale di progresso economico.
Altre aziende sorsero sempre nel 1700 e sempre nella Sibaritide, ad opera di nobili e ricche famiglie: Amarelli (1731), Abenante (divenuta poi Martucci nel 1808) e Labonia nel territorio del comune di Rossano e Castriota-Scanderbeg (divenuta poi Solazzi) in quello di Corigliano.
Nel corso del 1800 l’industria continuò a svilupparsi, conquistando, grazie alla bontà e genuinità del prodotto, i mercati d’Europa e d’America.
L’esportazione della liquirizia calabrese si consolidò ed ampliò nella seconda metà del secolo XIX ed ancora nel primo decennio del secolo XX.

Il suo prinicipio attivo è la glicirrizina con notevole potere dolcificante per cui viene usato nell’industria alimentare come aromatizzante nel confezionamento di dolciumi.Dalla liquirizia si produce un liquore che ha effetti favorenti i processi digestivi.

Oltre ad essere ingerito il prodotto finale, vengono ,masticate le radici che pare abbiano effetto positivo su chi abbia intrapreso un processo virtuoso per smettere di fumare o per favorire la digestione.

 

Nella Glabra sono altresì presenti due fenoli: il timolo e il carvacrolo che hanno le caratteristiche antiossidanti di tutti i fenoli.

Inoltre un flavonoide presente nella liquirizia l’Isoliquiritigenin (ILN) è ben noto come potenziale inibitore dell’espressività del COX-2.La ciclossigenasi(COX) è un enzima che sovraintende alla conversione delle prostaglandine a partire dall’acido arachidonico.Un cattivo funzionamento del COX-2 è stato ampiamente documentato nei casi di evoluzione delle neoplasie della mammella.

Recenti studi in campo diabetologico hanno dimostrato in studi in vitro e sperimentali sui ratti obesi che nella liquirizia è contenuta una sostanza, l’AMORFRUTIN.Le Amorfrutine sono una famiglia di sostanze contenute nella liquirizia con alta affinità con i recettori PPARγ, potenti regolatori del metabolismo lipidico e glicidico.Questo meccanismo è stato utilizzato in Diabetologia ; è stata creata una classe di farmaci i tiazolidinedioni, che sono potenti antidiabetici orali con lo stesso meccanismo di azione delle amorfrutine ma sfortunatamente ma con effetti collaterali specie a livello epatico.Questa peculiarità della amorfrutin la rende molto interessante e se ne potrebbe ipotizzare il suo uso clinico nelle malattie metaboliche quali il diabete mellito tipo 2 e l’insulinoresistenza nonché nei disturbi del metabolismo lipidico.

Infine i polifenoli contenuti nella radice etanolica della liquirizia producono un’azione benefica rallentando l’evoluzione dei processi aterosclerotici attraverso la riduzione dello stress ossidativo e perciò utili nei pazienti con malattie croniche cardiovascolari in assenza di scompenso e/o ipertensione in quanto il suo effetto sulla ritenzione idrica peggiorerebbe queste due patologie.

 

 

Un doveroso ringraziamento allo staff di www.tropea.biz dal quale abbiamo tratto le informazioni storiche relative alla presente pubblicazione..

 

Bibliografia

 

  1. J Food Sci. 2012 Nov;77(11):C1179-84. doi: 10.1111/j.1750-3841.2012.02927.x. Epub 2012 Nov 5.

Volatiles profiling in medicinal licorice roots using steam distillation and solid-phase microextraction (SPME) coupled to chemometrics.

Farag MA, Wessjohann LA.

Leibniz Institute of Plant Biochemistry, Department of Bioorganic Chemistry,

Weinberg 3, D-06120 Halle (Saale), Germany. mfarag73@yahoo.com

 

 

  1. Planta Med. 2010 May;76(8):780-5. doi: 10.1055/s-0029-1240699. Epub 2009 Dec 23.

The licorice flavonoid isoliquiritigenin suppresses phorbol ester-induced cyclooxygenase-2 expression in the non-tumorigenic MCF-10A breast cell line.

Lau GT, Ye L, Leung LK.

Food and Nutritional Sciences Programme, The Chinese University of Hong Kong,Shatin, N. T., Hong Kong.

 

  1. Biofactors. 2009 Jan-Feb;35(1):98-104. doi: 10.1002/biof.16.Paraoxonases role in the prevention of cardiovascular diseases.

Rosenblat M, Aviram M.

The Lipid Research Laboratory, Technion Faculty of Medicine, The Rappaport Family Institute for Research in the Medical Sciences, Rambam Medical Center, Haifa,Israel.

 

4.Tutti I cibi dalla A alla Zeta Renzo Pellati Oscar Guide Mondadori Anno 2009

 

  1. Diabetologia.2013 Aug;56(8):1802-12. doi: 10.1007/s00125-013-2920-2.

Amorfrutin B is an efficient natural peroxisome proliferator-activated receptor gamma (PPARγ) agonist with potent glucose-lowering properties.

Weidner CWowro SJFreiwald AKawamoto KWitzke AKliem MSiems KMüller-Kuhrt LSchroeder FCSauer S.

Max Planck Institute for Molecular Genetics, Berlin, Germany.

 

  1. J Med Chem.2013 Feb 28;56(4):1535-43. doi: 10.1021/jm3013272.

Structural characterization of amorfrutins bound to the peroxisome proliferator-activated receptor γ.

de Groot JCWeidner CKrausze JKawamoto KSchroeder FCSauer SBüssow K.

Department of Molecular Structural Biology, Helmholtz Centre for Infection Research, 38214 Braunschweig, Germany.

  1. Proc Natl Acad Sci U S A.2012 May 8;109(19):7257-62. doi: 10.1073/pnas.1116971109. Epub 2012 Apr 16.

Amorfrutins are potent antidiabetic dietary natural products.

Weidner Cde Groot JCPrasad AFreiwald AQuedenau CKliem MWitzke AKodelja VHan CTGiegold S,Baumann MKlebl BSiems KMüller-Kuhrt LSchürmann ASchüler RPfeiffer AFSchroeder FCBüssow KSauer S.

Otto Warburg Laboratory, Max Planck Institute for Molecular Genetics, Ihnestrasse 63-73, 14195 Berlin, Germany.

 Giuseppe Pipicelli            

Liquirizia di Calabria D.O.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *